regalo

Adesso che sei grande
ti posso finalmente regalare olio.

E’ olio extravergine, si dice così,
fatto con olive, che non è così scontato,
un frutto abbastanza benedetto
prodotto dal contorto e immortale e triste
(forse perchè immortale)
albero dell’ulivo,
pianta della pace,
perchè la pace è contorta,
mentre la guerra,
che è il suo falso contrario,
è più lineare, piatta.

Ma lo vedi com’è quest’olio?
E’ torbido.

Perchè le cose buone son così,
non sono limpide, trasparenti,
linde o raffinate,
ma sono un misto di sapori e odori,
in divenire,
e integrali,
perchè non si deve filtrare niente.

Nulla a che vedere con l’olio che trovi al supermercato,
che non è neppure vergine.

Ma questo olio che ti dò,
non è speciale, è olio normale,
è olio vero.

Olio che porta con sé la verità,
e che serve a lubrificare e insaporire
tutto quel che vuoi,
anche l’insalata, volendo.

Tutto il resto è noia. (cit trash)

0 comments ↓

There are no comments yet...Kick things off by filling out the form below.

Leave a Comment